Patologie Oculari

Trattamento dei difetti della vista

Il Centro di Microchirurgia Oculare CEMO è specializzato nel trattamento dei difetti della vista.

Le patologie oculari che trattiamo
Il Centro di Microchirurgia Oculare CEMO è specializzato nel trattamento dei difetti della vista.

Miopia

Se l’occhio è troppo lungo o che la cornea è troppo bombata, i raggi luminosi convergono davanti alla retina.

Presbiopia

Per tutta la vita, il cristallino perde progressivamente la sua elasticità naturale che permette di passare dalla visione da lontano a quella da vicino.

Ipermetropia

Se l’occhio è troppo corto o che la cornea non è abbastanza bombata, i raggi luminosi convergono dietro la retina.

Difetti visivi di ordine elevato

I difetti visivi di ordine elevato sono molto diversi. Circa l’8o% sono presenti sulla superficie della cornea e quasi 20% le cristallino o nel corpo vitreo.

Astigmatismo

L’astigmatismo è frequentemente causato da una cornea in forma di “palla da calcio”, cioè più arcuata in un asse e più piatto sul lato opposto.

Cataratta

Alcune malattie oculari (ereditarie o acquisite con l’età) possono essere considerate come una contro indicazioni alla chirurgia al laser per diverse ragioni.

Patologie oculari

Miopia

Se l’occhio è troppo lungo o che la cornea è troppo bombata, i raggi luminosi convergono davanti alla retina. Il risultato è una visione sfocata, principalmente da lontano. Se siete miopi e togliete i vostri occhiali, la vostra visione sarà migliore da vicino e avrete difficoltà a distinguere gli oggetti lontani.
Per correggere la miopia, il laser deve appiattire la curvatura della cornea polverizzando gli strati di cellule, principalmente al centro di quest’ ultima. La grandezza della zona di trattamento è scelta prima dall’oculista. Idealmente, dovrebbe corrispondere alla grandezza della pupilla all’oscurità.
Il numero di strati polverizzati in cima alla cornea è direttamente proporzionale al grado della miopia e alla grandezza della zona di trattamento. Se avete una miopia elevata e pupille di grande diametro, è possibile che la vostra cornea non sia abbastanza spessa per che si possa correggere in modo efficace e sicuro. La chirurgia laser deve essere presa in considerazione con prudenze nel caso la miopia superi le -10.00 diottrie.

Patologie oculari

Ipermetropia

Se l’occhio è troppo corto o che la cornea non è abbastanza bombata, i raggi luminosi convergono dietro la retina. Il cristallino è costantemente sotto sforzo per aggiustare la messa a fuoco sulla retina. Questo spiega perché alcuni ipermetropi godono di una buona visione da lontano per molti anni.

Tuttavia, questo sforzo dell’accomodazione risulta in una stanchezza visiva, principalmente da vicino. Con l’età e la perdita di elasticità del cristallino, l’ipermetropia latente si manifesta gradualmente da una visione sfocata in visione intermediaria da lontano.

Per correggere l’ipermetropia, il laser scava un fosso attorno alla pupilla, in periferia della cornea, in modo a renderla più arcuata al centro. Generalmente, il trattamento dell’ipermetropia con il laser si limiterà +4.00 diottrie.

Patologie oculari

Astigmatismo

L’astigmatismo è frequentemente causato da una cornea in forma di “palla da calcio”, cioè più arcuata in un asse e più piatto sul lato opposto. Ne risultano due punti di focalizzazione diversi nell’occhio, sia davanti che dietro la retina (astigmatismo miopico o ipermetropico).

Questo tipo di difetto visivo può causare una sfocatura irregolare attorno ad un oggetto o l’impressione di un’immagine doppia.

Generalmente, l’astigmatismo può essere corretto con la chirurgia refrattiva. Il laser procederà a una ablazione più o meno profonda secondo l’asse trattato.

Patologie oculari

Presbiopia

Per tutta la vita, il cristallino perde progressivamente la sua elasticità naturale che permette di passare dalla visione da lontano a quella da vicino. Questa funzione si chiama accomodazione.

La perdita di accomodazione (presbiopia) è fisiologica e colpisce tutte le persone dopo i 40 anni. Prosegue poi fino sui 50 anni dopo praticamente la flessibilità del cristallino scompare del tutto.

Quando portate gli occhiali per la visione da lontano, alcuni segni possono permettervi di riconoscere l’apparizione della presbiopia:

  • Avete tendenza ad allontanare il vostro materiale di lettura;
  • Sentite una stanchezza visiva o ingarbugliarsi nel momento di un lavoro prolungato di visione da vicino;
  • Se siete miopi, avrete tendenza a ritirare i vostri occhiali per vedere meglio da vicino.

La chirurgia refrattiva al laser non elimina la presbiopia. Si tratta di un compromesso che ha l’obiettivo di dare una buona visione da lontano conservando una funzionalità in visione intermedia e da vicino. Dopo la correzione al laser, è necessario adattarsi a una differenza di visione tra i vostri due occhi. Potreste dover portare occhiali da vista per alcune attività.

Patologie oculari

Difetti visivi di ordine elevato

I difetti visivi di ordine elevato sono molto diversi. Circa l’8o% sono presenti sulla superficie della cornea e quasi 20% le cristallino o nel corpo vitreo. I difetti di ordine superiore causano delle difficoltà in particolare nella penombra. Questo è dato dal fatto che i raggi della luce non si incontrano in un punto unico ma sono dispersi in al meno due punti. Quando la pupilla si dilata, la vostra vista diventa particolarmente difficile o vi sentite facilmente accecati.

Trattamento: per trattare in modo ottimale i difetti di ordine elevato, questi devono essere localizzati precisamente. La tecnologia detta del fronte d’onda e la tecnica specifica del trattamento guidato dal fronte d’onda oculare e corneo permettono una terapia perfettamente adatta e individualizzata.

Patologie oculari

Cataratta

Alcune malattie oculari (ereditarie o acquisite con l’età) possono essere considerate come una contro indicazioni alla chirurgia al laser per diverse ragioni:

perché provocano una deteriorazione progressiva della qualità della visione che non può essere corretta da occhiali (esempio: cataratta, cheratocono);

  • perché necessitano l’utilizzo di gocce medicinali o un eventuale intervento chirurgico (esempio: glaucoma);
  • perché possono riattivarsi a seguito della chirurgia (esempio: infezione della cornea dal virus dell’herpes simplex o herpes zoster);
  • perché possono peggiorare dopo la chirurgia (esempio: distrofia cornea, sindrome dell’occhio secco).

Nel momento della valutazione pre operatoria, se una contro indicazione alla chirurgia laser è constatata, altre soluzioni per la correzione della vostra visione saranno proposte:

  • l’impianto di una lente phake. Le lenti phake permettono di correggere le miopie e ipermetropie elevati cosi come l’astigmatismo. Il cristallino delle persone che ricorrono a questo tipo di intervento continua a funzionare normalmente per la messa a fuoco delle immagini in visione da vicino.
  • Rimpiazzare un cristallino chiaro si fa nello stesso modo di una chirurgia di cataratta. L’obiettivo primo è tuttavia quello di diminuire la vostra dipendenza dalle vostre lenti correttrici. Questa procedure può essere presa in considerazione dall’età di 40-50 anni, quando il cristallino ha perso la sua capacità di accomodazione.

L’oculista vi raccomanderà la soluzione più adatta ai vostri bisogno e stili di vita.

Sei Presbite?

Abbiamo la soluzione che fa per te!

a partire da
€ 1400 per occhio

Valutazione gratuita

Non esitare a prendere un primo appuntamento di valutazione.
È gratis.